Dalla scoperta alla conoscenza dell'ambiente che ci circonda
Icona RSS Icona email Icona home
  • Auguri di Natale, di un anno . . . . particolare

    Pubblicato il dicembre 23rd, 2020 admin Nessun commento

    lettera a ONC - Natale 2020Care Amiche e cari Amici, titolate e titolati del Comitato Scientifico VFG,

    siamo giunti alle festività del Natale ed è ormai prossimo a terminare quest’anno 2020, che certamente sarà ricordato come uno degli anni più bui della nostra storia recente.

    Abbiamo attraversato mesi molto lunghi e difficili, segnati dalle restrizioni, dall’angoscia, dalla sofferenza, dal lutto. Abbiamo anche dovuto, molto spesso, rinunciare ai nostri progetti e alle nostre attività. Ma sono stati anche mesi in cui hanno rifulso esempi splendidi di abnegazione e di solidarietà.

    Come Comitato Scientifico territoriale non siamo rimasti con le mani in mano, cercando di adeguare via via i nostri programmi. Purtroppo, di necessità, sono saltati i previsti Aggiornamenti e il convegno che avremmo dovuto tenere in autunno. Abbiamo provato a rimediare, in qualche misura, proponendovi un corso base di geologia via Internet, che mi sembra abbia riscosso un buon gradimento: per essere stata la nostra prima esperienza con tale modalità, riteniamo di poter essere soddisfatti.

    In estate abbiamo avviato una ricerca multidisciplinare nell’area del Col Quaternà, in Comelico: contiamo che possano nascerne delle pubblicazioni scientifiche e anche un volume che illustri un Sentiero naturalistico-geologico.

    In settembre abbiamo partecipato, sia in Veneto che in Friuli, agli eventi del “Climbing for Climate”, in collaborazione con alcuni Istituti universitari nell’ambito del festival ASviS.

    Nel frattempo è stato espletato, nella sua VI edizione, il Concorso fotografico dedicato a Mario Rigoni Stern e quest’anno intitolato “Sentieri sotto la neve”: sono pervenute numerosissime fotografie da parte di una folta schiera di fotografi. La giuria ha scelto le immagini migliori, meritevoli di un premio o quanto meno di una segnalazione; abbiamo quindi realizzato una mostra e un bellissimo catalogo. La premiazione, insieme all’inaugurazione della mostra e alla presentazione del catalogo, avrebbe dovuto tenersi ad Asiago il prossimo 27 dicembre: evidentemente non sarà possibile mantenere quest’appuntamento, ma speriamo di poterlo recuperare in primavera.

    In autunno con la Sezione di Mestre si è svolto un ciclo di incontri (parte in presenza, parte in streaming) sulla Vegetazione delle alte quote, cui hanno partecipato soci di varie sezioni.

    Intanto è stata avviata la redazione del secondo volume di “Conoscere la geologia del Veneto”, opera che sta avendo un grande riscontro, grazie al lavoro certosino di Tiziano Abbà.

    Non va infine dimenticato il lavoro svolto da molti di voi nelle rispettive Sezioni o anche offrendo la propria collaborazione al Gruppo Grandi Carnivori.

    Abbiamo ora messo a punto i programmi per il 2021. Sono previsti degli Aggiornamenti, sia di primo che di secondo livello, un convegno e altre iniziative, anche in collaborazione con altri Organi tecnici del Cai. Ma l’effettiva realizzabilità di tutto ciò, ovviamente, dipenderà dall’evolvere della situazione sanitaria. Di ogni cosa vi terremo adeguatamente informati.

    Chiudiamo quest’anno stando a casa, per un Natale che sarà sicuramente più intimo e sobrio di quanto mai avvenuto negli anni passati. Tempo per riflettere, leggere, studiare, anche progettare… Non isoliamoci però: restiamo vicini alle persone che ci sono care, ai nostri amici, a coloro che condividono le nostre passioni e i nostri interessi, anche soltanto con una videochiamata, una telefonata, un messaggio di auguri, in attesa di poter rivivere in sicurezza e serenità le occasioni di incontro cui da sempre eravamo abituati.

    I sentimenti che albergano nel nostro cuore sono probabilmente contrastanti. Preoccupazione per la nuova impennata dei contagi, timore per l’affacciarsi di una variante del virus che sembra ancor più minacciosa, speranza che i vaccini ormai pronti possano davvero aiutarci ad uscire, pian piano, dall’emergenza.

    Certamente il mondo scientifico in questi mesi ha compiuto uno sforzo prodigioso, giungendo in tempi rapidissimi alla realizzazione di più vaccini, già testati e validati come sicuri ed efficaci. A riprova, ancora una volta, della fondamentale importanza che riveste la ricerca scientifica, contro ogni forma di oscurantismo o negazionismo.

    Invito perciò tutti voi a portare fiducia, ma pure a dare il proprio contributo, fornendo un esempio importante di comportamento consapevole e responsabile, anche nelle modalità di frequentazione della montagna.

    Concludo augurando di tutto cuore, a voi e alle vostre famiglie, un Natale sereno e un inizio d’anno aperto alla fiducia e alla speranza.

    Buon Natale e felice anno nuovo!

    Il Presidente del CS VFG
    Giuseppe Borziello

    >>> scarica la lettera

    I commenti sono chiusi.